Visita di controllo: quanto è importante?

Prima di parlare approfonditamente della visita di controllo, dobbiamo riconoscere che la maggior parte delle persone spera di non doversi mai sedere sulla poltrona di un dentista e non ce ne meravigliamo affatto.

Infatti nell’immaginario comune andare dal dentista assomiglia più o meno a un film horror in cui il malcapitato viene legato e torturato a morte.

Ovviamente non è assolutamente così, ma la combinazione di dolore, paura ed esagerazione nel raccontare le visite e le cure hanno portato il dentista a godere di questa brutta fama.

Normalmente i migliori dentisti, cioè quelli che hanno veramente a cuore la salute del paziente, fanno di tutto per aiutare le persone con cui vengono a contatto e risolvere i loro problemi senza dolore e nella maniera più veloce possibile.

Se i dentisti sono bravi, allora da dove vengono tutte quelle storie terrificanti che si sentono?

Molte purtroppo derivano dal fatto che non tutti i dentisti sono veri dentisti.

Puoi leggere il nostro articolo a riguardo cliccando qui.

Tralasciando però questa causa, la verità è che molte persone prima trascurano la loro salute dentale e distruggono letteralmente i loro denti e poi si lamentano che le cure sono costose e spaventose, quando in realtà non è così.

Anche quando ci si affida ad un vero professionista è normale dover sopportare almeno un po’ di dolore e di paura.

È vero che il dentista può essere molto bravo, ma non ha la bacchetta magica!

Come si fa quindi ad evitare di soffrire e di doversi sottoporre alle cure del dentista?

In realtà il modo migliore per evitare di sottoporsi a cure e interventi invasivi è proprio quello di recarsi periodicamente in uno studio dentistico per una semplice visita di controllo.

Sembra assurdo ma più il dentista ti controlla e meno dovrai sottoporti alle sue cure!

Conoscere e salvaguardare lo stato di salute della bocca e del cavo orale è importante per evitare che piccoli disturbi iniziali possano svilupparsi con il tempo e trasformarsi in problematiche ben più serie come ad esempio carie o parodontite.

 

Come si svolge la visita di controllo?

Molte persone tendono a sottovalutare e a evitare le visite di controllo perché non sanno proprio cosa aspettarsi una volta che si sono seduti sulla poltrona del dentista.

La visita di controllo si sviluppa normalmente in diverse fasi:

  1. Colloquio conoscitivo
  2. Esame visivo
  3. Esame radiologico
  4. Esame per la parodontite
  5. Esame ortodontico ed estetico

Vediamo tutte queste fasi.

Se è la prima visita con un nuovo paziente, il primo approccio sarà di tipo colloquiale.

Questo serve al dentista per ricostruire la storia del paziente e capire la sua situazione attuale in modo da avere un quadro clinico completo delle problematiche e delle cure passate.

In linea generale durante un esame di routine il dentista procede facendo un attento esame visivo della bocca per controllare la salute di denti e gengive.

Nel caso sia necessaria una visita più approfondita per individuare problemi che possono sfuggire a occhio nudo, come ad esempio cisti, tumori o carie nascoste, il dentista può decidere di fare altri esami.

Questi esami comprendono per esempio una radiografia ortopanoramica, cioè delle arcate dentali, o delle radiografie dei singoli denti.

Una cosa spesso sottovalutata, ma che invece risulta essere indispensabile per una corretta prima visita, è eseguire un controllo di tutti i denti alla ricerca di eventuali problematiche relative ai tessuti di sostegno dei denti, cioè verificare se sia presente la parodontite, una patologia pericolosa.

Infine una visita completa riguarda anche una visita ortodontica alla ricerca di eventuali malocclusioni ed un’attenta analisi estetica andando a valutare la dimensione e la posizione dei denti rispetto alle labbra, alla linea del sorriso ecc…

 

Quando la prima visita di controllo per i bambini?

Le visite di controllo in età pediatrica sono importanti per due ordini di motivi, uno puramente medico e l’altro relazionale.

Con le visite di controllo infatti il dentista non solo valuta la crescita corretta di tutti i denti del bambino, ma prova anche a costruire un buon rapporto con lui.

Questo può sembrare “strano”, ma non lo è affatto, perché instaurare una relazione basata sulla fiducia aiuterà il piccolo a vivere le future visite dal dentista con molta più serenità e tranquillità.

C’è differenza infatti nel portare il bambino con tutta tranquillità a sottoporsi alla visita piuttosto che doverselo trascinare dietro mentre strilla e piange come un disperato.

Per questo motivo l’ideale sarebbe portare il bambino dal dentista già a partire dai primi anni di età.

 

Quali patologie si possono prevenire?

Durante una visita di controllo il dentista può accorgersi di piccole problematiche che se curate nella loro fase iniziale possono essere risolte facilmente e in breve tempo, come ad esempio:

La parodontite è una malattia infiammatoria che se trascurata porta alla distruzione dei tessuti di sostegno del dente con conseguente perdita degli elementi dentali coinvolti.

Una delle principali cause dell’insorgere di questa patologia è la presenza della placca e del tartaro sulle gengive.

Esso favorisce la proliferazione incontrollata dei batteri con conseguente perdita di osso.

Durante le visite periodiche il dentista può valutare la presenza o meno del tartaro e asportarlo con la pulizia dei denti professionale, inoltre con uno speciale strumento può essere analizzato il grado di salute di ogni singolo dente.

Per tenere sotto controllo e curare la parodontite è necessario che il paziente si sottoponga a diverse sedute, in cui si va a rimuovere il tartaro e si ripristina la salute delle gengive e soprattutto delle radici dei denti, così da rimuovere i batteri responsabili della malattia.

La carie nella sua fase iniziale non presenta sintomi e si manifesta con cambiamenti di colore nello smalto e con la presenza di macchie più scure. La principale cura per la carie è la famosa otturazione, con cui vengono sigillati tutti i “buchi” causati dai batteri.

Se la carie viene trascurata con il tempo penetra in profondità e arriva fino alla polpa dentale, causando fortissimi dolori.

In questo caso purtroppo è necessario devitalizzare il dente, cioè asportare tutta la polpa, che è la parte viva del dente, facendolo così “morire”.

I tumori della bocca sono la cosa peggiore che può capitare, perché sono patologie estremamente gravi che possono portare anche alla morte.

Anche in questo caso la prevenzione e la diagnosi precoce sono assolutamente fondamentali per salvare la bocca e, soprattutto, la vita.

Se il tumore alla bocca viene diagnosticato e curato in tempo la possibilità di guarire dalla malattia con interventi meno invasivi e invalidanti è di circa l’80%.

È necessario però accorgersi per tempo del problema e l’unico modo per farlo è con regolari visite di controllo.

 

Ogni quanto tempo deve essere effettuata?

In linea generale, se non ci sono particolari problemi, è consigliabile prenotare una visita di controllo ogni 6 o 8 mesi al massimo.

Dovrebbe essere lo stesso dentista a fissare periodicamente un appuntamento dopo aver programmato la terapia o se le terapie sono state concluse in occasione delle pulizie dei denti di routine.

Presso il nostro ambulatorio, conoscendo l’importanza di queste visite, non lasciamo mai che un paziente rimanga senza controlli per più di 12 mesi.

Infatti ogni 6-12 mesi potrebbero insorgere nuove problematiche che, se non prese in tempo, causano danni, dolore e una spesa non indifferente per il paziente.

Se hai capito che è giunto per te il momento di effettuare una visita di controllo, non aspettare inutilmente come al solito.

Chiamaci subito allo 06 97 30 59 01.

Oppure mandaci un messaggio Whatsapp al 392 33 62 459.

 

Ma è doloroso?

No, nella maniera più assoluta.

Dopotutto è una semplice visita di controllo, mica un’operazione chirurgica!

Ovviamente quando il dentista controllerà la tua bocca avrai sicuramente un po’ di fastidio, ma non è doloroso.

Se però durante la visita senti realmente dolore, vuol dire che  c’è qualcosa che non va e bisogna intervenire subito per evitare ulteriori danni.

 

Io non ho mai avuto problemi, devo farla lo stesso?

Certo!

Che tu non abbia avuto problemi fino ad adesso non significa che non ne hai bisogno.

Magari ti sei preso cura della tua bocca e non hai avuto mai dolori o problemi particolari, ma potresti lo stesso avere delle patologie che a lungo andare possono causarti dei danni dolorosi.

Al mondo non esiste nessuno che non abbia bisogno di una visita di controllo di tanto in tanto, anche solo per sapere che è tutto a posto nella sua bocca, e tu non fai eccezione!

Perciò chiamaci subito ai numeri sopra indicati e prenota la tua prima visita.

 

Prenditi cura dei tuoi denti!

Dopo tutto questo discorso, voglio darti il modo di andare dal dentista il meno possibile.

Come? Semplicemente prendendoti cura dei tuoi denti a casa tua!

Per informare più persone possibile su come curare in prima persona i propri denti, abbiamo provveduto a scrivere questa guida dettagliata che puoi scaricare gratuitamente.

Se invece vuoi prenotare una visita, lascia i tuoi dati nel modulo di contatto qui sotto e ti richiameremo noi.

Spero che questo articolo ti sia stato utile.

Alla prossima!

Antonella Recine
Titolare Oral Medical

 

Prenota una visita inserendo i tuoi dati:

Lascia un commento!

Leave a Reply

Your email address will not be published.